+39 0376 391192

28 maggio 2020

Rinviata la Plastic Tax al 2021

Il Consiglio dei Ministri ha rinviato l’entrata in vigore della tassa sulla plastica al prossimo anno

Anche per far fronte all’emergenza da Covid-19 che ha colpito l’Italia in questi mesi, il governo ha deciso di posticipare l’entrata in vigore della Plastic Tax al 1° gennaio 2021. Questo è quanto previsto dall’articolo 139 sul “Differimento dell’efficacia delle disposizioni in materia di imposta sul consumo dei manufatti con singolo impiego e di imposta sul consumo delle bevande edulcorate” e relativo a quello che è ormai noto con il nome di Decreto Legge “Rilancio”.

Cosa prevede la tassa sulla plastica: qualche informazione utile

Come molti di voi ricorderanno, nella legge del 27 dicembre 2019 si definiva la plastic tax come un’imposta di 45 centesimi di euro per ogni chilo di materiale plastico, che andrà a colpire i manufatti con singolo impiego (MACSI), definiti quindi come “monouso”. All'interno del decreto, tuttavia,  venivano esclusi quelli realizzati con bioplastiche compostabili o con materiali riciclati, ma anche tutti i dispositivi medici, il packaging farmaceutico o medicale.

Condividi su