+39 0376 391192

15 gennaio 2021

Etichettatura Ambientale

Nuova normativa riguardante l'Etichettatura Ambientale

Il 31 dicembre 2020 è stato pubblicato il Decreto-Legge 31 dicembre 2020, n. 183, detto anche "decreto mille proroghe". 

L'art. 15 comma 6, del suddetto decreto dispone che "Fino al 31 dicembre 2021 è sospesa l'applicazione dell'articolo 219, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni".

Questo significa che fino al 31 dicembre 2021 è sospesa l'applicazione dell'articolo 219 comma 5, in cui si dice che "Tutti gli imballaggi devono essere opportunatamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche UNI applicabili e in conformità alle determinazioni adottate dalla Commissione dell'Unione europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonchè per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi".

Per i produttori rimane tuttavia "l'obbligo di indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell'imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione". 

Cosa prevede il Decreto Legislativo del 3 settembre 2020

Il Decreto Legislativo del 3 Settembre 2020 aveva introdotto importanti novità riguardanti l'Etichettatura ambientale. Tale normativa imponeva che tutti gli imballi fossero opportunamente etichettati secondo le norme tecniche UNI applicabili.

La normativa aveva lo scopo di facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi, nonchè di dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli stessi.

Prendendo atto della recente sospensione di tale normativa, ma con la consapevolezza che il futuro sarà caratterizzato dall'utilizzo dell'etichettatura ambientale, Plastisac vuole attrezzarsi preventivamente per gestire al meglio queste novità.

Riteniamo quindi indispensabile il confronto, in fase d'ordine, con i nostri clienti per verificare la destinazione d'uso degli imballi forniti.

Infatti l'etichettatura potrebbe variare a seconda che la destinazione dell'imballo sia il consumatore finale o se invece avrà un utilizzo industriale. 

Siamo sempre a disposizione per ogni chiarimento

Per maggiori informazione tecniche rimandiamo al link di riferimento delle linee guida elaborate dal CONAI.

Per consultare l'articolo 15 comma 6, del decreto legge 31 dicembre 2020, n. 183 detto anche "decreto mille proroghe" forniamo il link alla gazzetta ufficiale.

Per consultare l'articolo 219 comma 5 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni (etichettatura ambientale) forniamo il riferimento in gazzetta ufficiale.

Condividi su